La scena culturale tedesca: passato e presente

La scena culturale tedesca: passato e presente

  • 13 Novembre 2019
  • News

in collaborazione con l’Ambasciata di Germania in Italia

Introduce Viktor Elbling, Ambasciatore in Italia della Repubblica Federale di Germania. Dopo aver frequentato le scuole in Italia e in Spagna, si è laureato in Giurisprudenza all’Università di Bonn in Diritto e, successivamente in Scienze Politiche e Romanistica. Dopo la formazione presso l’Istituto Diplomatico Tedesco, ha prestato servizio in Corea del Sud, Spagna, Messico e nel settembre 2018 ha presentato le credenziali per diventare il ventesimo Ambasciatore della Repubblica Federale di Germania in Italia;

modera Barbara Ischinger, Professore Associato di Scienze Umane all’università di Colonia e membro del Consiglio di amministrazione della Goettingen University e del Liberal Arts College presso l’Università di Friburgo. Negli ultimi vent’anni Barbara Ischinger ha ricoperto una serie di posizioni internazionali di alto livello nei settori della cooperazione internazionale e dell’istruzione superiore, con particolare attenzione all’Europa, agli Stati Uniti e all’Africa.

Intervengono:

Volker Mosbrugger, Professore di Paleontologia e Geologia storica presso Goethe University di Francoforte, e direttore del Senckenberg Society for Nature Research di Francoforte. Senckenberg è il più grande istituto di ricerca sulla natura della Germania con sette istituti, tra cui tre musei a Francoforte, Görlitz e Dresda;

Sabine Schormann, direttore generale di Documenta e del Museum Fridericianum gGmbH di Kassel. Vanta 18 anni di esperienza nella sua duplice funzione di direttore delle fondazioni Niedersächsische Sparkassenstiftung e VGH-Stiftung di Hannover. Nel 1991 Sabine Schormann ha istituito la Giornata europea del patrimonio europeo in Germania per la Deutsche Stiftung Denkmalschutz (Fondazione tedesca per la conservazione dei monumenti), ancora oggi considerata un modello di successo;

Maike Weisspflug, teorica politica e ricercatrice al Museum für Naturkunde di Berlino dove studia le trasformazioni del sistema scientifico, in particolare nei settori della Citizen Science e dell’ Open Science. Lavora anche sulle relazioni uomo-natura e sul dibattito sull’antropocene, concentrandosi sull’evoluzione del ruolo pubblico dei musei di storia naturale.

Ulrich Seibert, professore e collezionista  berlinese. L’arte da lui collezionata può essere classificata nella categoria Pop-Surrealismo o Lowbrow. Ha uno showroom a Berlino ed è professore presso l’Università di Dusseldorf, dove insegna il diritto commerciale.

La scena culturale tedesca: passato e presente
Giovedì 28 novembre dalle 10.30 alle 11.30 – Sala Raffaello
RO.ME Museum Exhibition – Fiera di Roma






Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.